Studio Arcobaleno

Di cosa si occupa?

All’interno dello studio potrete trovare logopedisti che operano per favorire il recupero dei soggetti che hanno le seguenti difficoltà:

  • Disfonia. Alterazione quantitativa e/o qualitativa della voce parlata conseguente ad una o più modificazioni strutturali o funzionali degli organi deputati alla produzione della voce.
  • Balbuzie. Disturbo nel ritmo della parola nel quale il paziente sa con precisione ciò che vorrebbe dire ma, nello stesso tempo, non è in grado di dirlo a causa di involontari arresti, ripetizioni e/o prolungamenti di suono.
  • Deglutizione deviata. Mancato passaggio dalla deglutizione infantile a quella di tipo adulta.
  • Disturbi di linguaggio. Ritardi significativi o atipie nei vari ambiti linguistici.
  • Disprassia Verbale. Disturbo dell’apprendimento sequenziale del linguaggio espressivo che interessa suoni e fonemi che hanno lo stesso punto di articolazione o simile pattern acustico.
  • Disturbi dell’ apprendimento. Difficoltà nell’acquisizione delle competenze scolastiche, quali:

    • dislessia (inefficienza nella lettura)
    • disgrafia (deficit di natura “organizzativo-motoria” nei processi di realizzazione grafica del segno)
    • disortografia (deficit di natura linguistica nei processi di “cifratura”, caratterizzato dall’incapacità di scrivere in modo grammaticalmente e morfosintatticamente corretto)
    • discalculia (compromissione delle abilità aritmetiche riguardanti il calcolo e i numeri)

  • Sordità. Perdita totale o parziale della capacità di percezione dei suoni che permane nel tempo.
  • Disfagia. Disturbo della progressione del cibo dal cavo orale allo stomaco.
  • Alterazione delle funzioni cognitive:

    • Memoria (capacità di apprendere, conservare ed utilizzare, al momento necessario, l’informazione e la conoscenza)
    • Attenzione  (permette di elaborare le informazioni che giungono dall’esterno, consente di dirigere e focalizzare l’attività mentale secondo degli scopi prefissi)
    • Percezione (processo di acquisizione, riconoscimento ed identificazione di informazioni che provengono dall’ambiente esterno)

Per favorire l’efficacia terapeutica è fondamentale che si sviluppi tra il logopedista e la persona che richiede il suo aiuto un rapporto di fiducia e collaborazione.

Soprattutto nell’infanzia è dunque fondamentale che il lavoro sul linguaggio venga svolto attraverso una terapia prevalentemente ludica. Non meno importante, è la collaborazione convinta dei genitori che rappresenta una delle condizioni indispensabili per una buona riuscita dell’intervento rieducativo.

https://www.facebook.com/studioarcobalenolatina