Studio Arcobaleno

Pubblicazioni in Proposte di lettura

Roma, 10 set. - "Quelle che ti troverai a leggere sono storie di ragazzi autentici che, col loro carico di difetti, complessi, limiti e paure, a un certo punto della loro vita, davanti a un problema, si sono inventati una soluzione, qualcosa di straordinario. Continua a leggere

...."Sei proprio tu, caro usignolo?" mormorò incredulo l'imperatore. "Io ti ho scacciato e ti ho insultato, e tu hai dissolto i miei cattivi pensieri, hai allontanato la morte dal mio cuore...come potrò ricompensarti?" "Ho avuto la mia ricompensa la prima volta che mi hai visto. Ho avuto le lacrime di un sovrano, che valgono più dei gioielli. Ora silenzio, hai bisogno di dormire per rimetterti in forze. E io canterò per proteggere il tuo riposo". E così fece. Dopo poche note, l'imperatore dormiva come un bambino. Quando si svegliò il sole splendeva dalla finestra aperta, e si rese conto che quel sonno era bastato a ritemprarlo. Aprendo gli occhi vide l'usignolo, che non lo aveva abbandonato: l'usignolo e nessun altro, perchè i suoi cortigiani, credendolo già morto o quasi morto, non si erano presi la briga di andare a trovarlo. Continua a leggere

Commosso dal pianto della gabbianella, che non sapeva più chi fosse (era un gatto o cibo per gatti?), Zorba le leccò le lacrime e disse: Continua a leggere

Dici: "E' faticoso lavorare con i bambini", hai ragione, aggiungi: Continua a leggere

Di bambini spaziali ne conoscete? Io si. Ce n'è uno a Torino, uno a Canicattì... Continua a leggere

Alma vive in campagna, dirige, insieme al marito, un'azienda agricola di medie dimensioni. - Sono nonna di quattro nipotini -. La sua voce è serena, gradevole, parla un dialetto del Nord: - E adesso vorresti sapere da me qualcosa sull'educazione dei bambini, ragazzo mio? -... - Sono una donna semplice, che cosa ti devo dire? -. Continua a leggere

L’amicizia ci aiuta ad amare noi stessi e a diventare amici di noi stessi, presupposto indispensabile della capacità di fare amicizia con un’altra persona. In un testo anonimo intitolato “TU HAI BISOGNO DI ME”, ho trovato formulata questa fondamentale verità psicologica… Continua a leggere

Guarda, adesso cominciamo, quando saremo alla fine della storia ne sapremo più di quanto ne sappiamo adesso, perché qui si parla di uno spirito cattivo, uno dei peggiori, "Il diavolo". Un giorno era proprio di buon umore, perché aveva costruito uno specchio che aveva la facoltà di far sparire immediatamente tutte le cose belle e buone che vi si rispecchiavano, come non fossero state nulla; quello che invece era brutto e che appariva orribile, risaltava ancora di più. Continua a leggere

La persona che fonda la propria esistenza sull’energia non sente il bisogno di imporsi degli sforzi e neppure di modellare uomini e cose, ma vive l’emozionante sensazione di vedere che uomini e cose vengono a lei “coinvolgendola nell’avventura dell’esperienza”. Continua a leggere

“Un tempo lontano, quando avevo sei anni, in un libro sulle foreste primordiali, intitolato “Storie vissute della natura”, vidi un magnifico disegno. Rappresentava un serpente boa nell’atto di inghiottire un animale. Eccovi la copia del disegno... Continua a leggere